#WorldRadioDay

Una giornata per celebrare un mezzo di comunicazione che, nonostante l’avvento di internet, continua a essere piattaforma di libertà di espressione e di dibattito.

(fonte audio Radio Vaticana, speaker Roberto Piermarini)

La radio è da sempre un mezzo molto utile per l’umanità: per la prima volta nella storia, infatti, ha reso possibile una comunicazione di tipo globale.

La radio è il mass media in grado di raggiungere il più ampio pubblico nel mondo. Riconosciuto come uno strumento di comunicazione potente e a basso costo, è adatto per raggiungere le comunità più sperse del pianeta e tutte le persone. Per molti è davvero l’unico collegamento con il mondo esterno.

Perché celebrare la radio?
La radio è molto più che informazione e intrattenimento: è il simbolo della cooperazione e della condivisione fin dalle sue origini (il suo sviluppo, infatti, è stato frutto di un lavoro collettivo che ha coinvolto grandi scienziati di tutto il mondo).
L’obiettivo di questa giornata è quello di aumentare la maggiore consapevolezza dell’importanza della radio e quanto sia fondamentale fornire accesso alle informazioni, migliorare la messa in rete e la cooperazione internazionale.

L’Unesco ha proclamato il 13 febbraio come la Giornata Mondiale della Radio e  invita tutti a coltivare il potere della radio per favorire le conversazioni e l’ascolto, il lavoro insieme e per affrontare le sfide.
Auguri dunque a chi ci lavora, agli ascoltatori, agli appassionati ma soprattutto a tutti noi di 6INradio.

 

“Stiamo vivendo una rivoluzione nel modo in cui condividiamo e accedere alle informazioni – e, tuttavia, nel bel mezzo di cambiamento profondo, la radio non è mai stato così dinamica, coinvolgente e importante”. Leggi sul sito dell’UNESCO il resto dell‘intervista a Irina Bokova, direttore generale UNESCO 2017

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *