Un posto dove tutti fanno “Ohh”, non solo i bambini

Farfalla verde

In una delle più calde e umide giornate di agosto decidiamo di partire e raggiungere un posto molto magico ed entusiasmante dove abbiamo avuto modo di immergerci nelle foreste tropicali.

No, non ho preso l’aereo per raggiungere la giungla africana o le foreste pluviali asiatiche ed australiane o l’Amazzonia. Abbiamo preso la macchina e ci siamo diretti verso Bordano, un paese con pochi abitanti a Nord di Udine, nei pressi di Osoppo.

Chi avrebbe penato che in un piccolo borgo ci fosse una meraviglia del genere? Pensate un po’ è la più grande Casa delle farfalle (o Butterfly House) in Italia.

All’ingresso una sala multimediale proiettava un video assai interessante sul ciclo della vita delle farfalle e molti dettagli come le dimensioni dei loro occhi, delle loro antenne, cosa mangiano e come. Lo fanno attraverso la spiritromba che in alcune specie è lunghissima e quando non la usano la arrotolano su sé stessa. Le farfalle si distinguono dagli altri insetti per le ali ricoperte da scaglie colorate e la nota polverina. Alcune vivono solo una settimana altre al massimo un mese. Peccato, che tristezza.

La Casa delle Farfalle è composta da tre grandi serre in cui vivono animali e piante di tre specifici ecosistemi tropicali: 

Prima Serra: la giungla africana,

Seconda Serra: le foreste pluviali asiatiche e australiane,

Terza serra l’Amazzonia.

Mostra G6: la sala mostra dei Gioielli a sei zampe, animali dai colori strabilianti e dalle tonalità uniche e rare per questo definiti gioielli.

È straordinario camminare nelle serre dove migliaia di farfalle volano libere, farfalle appartenenti a centinaia di specie diverse e provenienti dai paesi tropicali di tutto il pianeta. Ho avuto modo di vederle da molto ma molto vicino e ho scoperto un sacco di cose in merito al loro comportamento.

Sapevate che alcune farfalle emettono suoni disorientanti?

Lo fanno per interferire con il sonar dei pipistrelli. E che dire dei loro ciuffi di peli che assorbono gli ultrasuoni dei pipistrelli e ne riducono l’eco in modo da renderle “invisibili” al sonar?

I maschi di alcune specie notturne, invece, emettono suoni, una sequenza di “click” per corteggiare le femmine e minacciare altri maschi che invadono il territorio.

Incredibile la storia dei peli urticanti!!
Il loro contatto con la pelle provoca bruciore e prurito mentre alcune specie tropicali possono essere addirittura fatali provocando emorragie interne.

Bruco striato

I loro colori sono pazzeschi ed incredibili per la loro varietà, tonalità ed intensità. Questi colori sono indispensabili perché è il loro modo di comunicare, i loro colori sono il loro documento d’identità così si riconoscono tra loro.

Ma le notizie sensazionali non finiscono mica qui, esiste la farfalla al cianuro: sono le zigene, ossia falene italiane velenose le potete riconoscere perché hanno un volo lento per far meglio notare ai predatori i colori di avvertimento.

Le farfalle Morpho esibiscono una colorazione blu iridescente sulla parte superiore delle ali e visibile solo da alcune angolazioni per questo, se si sentono minacciate, cominciano a volare a zig-zag cambiando continuamente direzione. Quello che appare ai predatori è una sequenza veloce di lampi blu che li destabilizza perché non riescono a capire la traiettoria.

Due bruchi e uova

Poi ci sono le farfalle che sono in grado di mimetizzarsi e nascondersi nell’ambiente che le circonda come le farfalle foglia.

Nelle serre ho visto che le farfalle si nutrono di banane molto mature (quelle che per noi sono andate a male) e di arance oltre a cibarsi del nettare dei fiori. Ho visto bruchi di diversi colori, dimensioni, le loro magnifiche e, in alcuni casi, maestose crisalidi alcune sembravano fatte con fili d’oro. Ho visto le loro uova piccole bianche e gialle deposte sul retro delle foglie.

Nelle serre ho conosciuto altri ospiti come lo scarabeo vellutato (mia mamma lo ha preso e lo ha coccolato e garantisce che era proprio vellutato e leggerissimo nonostante fosse molto grande), il geco corteccia, il camaleonte, l’insetto stecco di varie dimensioni, il drago barbuto (simpaticissimo), scoiattoli, il camaleonte, i pitoni, un formicaio di formiche taglia foglie rosse ed infine Birba il mitico e dolcissimo pappagallino verde.

Che dirvi: “Oh”, “Wow” è una meraviglia, andateci!

Scarabeo vellutato

Gioielli a sei zampe

Bruchi con gli aculei

Chi è l'autore di questo articolo

Davide

Io reporter

Anche tu hai visitato un posto incredibile o fatto un’esperienza importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola e a tutti? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto (non più di quattro) non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter

Francesca Bomben

Sperimento linguaggi, narro di luoghi e imparo molto alla Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Quanto mi piace questo post (5 / 1)
Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Giulia Valerio
Ospite
Giulia Valerio

Ciao Amici vi conosco proprio bene non a caso stiamo insieme da più di 4 anni. Non ancora inizio a leggere il reporter che già ho capito chi lo ha scritto e ho indovinato davvero tutti finora. Anastasia perché avevi anticipato che saresti andata a Parigi e so che ti piacciono i reperti, Diego e Davide so che amate la montagna e gli insetti e i dinosauri, Ginny ho indovinato anche il tuo. A presto mi mancate tutti 😘 da Giugi.

Davide
Ospite
Davide

Ciao Giulia,
grazie per il tuo messaggio. Sei stata brava ad indovinare ancor prima di vedere la firma!😀 Sono curioso di leggere il tuo reportage, secondo me sei al mare. Buone vacanze, a presto
ciao ciao Davide 🤗

Giulia Valerio
Ospite
Giulia Valerio

Ciao Davide si sono al mare e mi sto divertendo un mondo. Mi mancate tutti e mi manca la scuola ma nel frattempo mi godo le vacanze. Il mio reportage credo sia in attesa di essere pubblicato… L’ho inviato pochi giorni fa. Spero possa interessarvi. A me è piaciuto molto. A presto ciao ciao.

Davide
Ospite
Davide

Ciao Giulia,
Non vedo l’ora di leggerlo, sarà sicuramente interessante. Nel frattempo, buon divertimento. A presto.
Ciao ciao Davide 🤗

DIEGO
Ospite
DIEGO
Quanto mi piace questo post :
     

Ciao Davide,
il tuo reporage è stato bello, perché hai descritto bene quello che abbiamo visto.