Un delfino a Poffabro

Il nostro inviato speciale Nicolò ha avuto a Poffabbro un incontro inatteso.
Leggiamo la sua cronaca.

La mostra che ho visitato si trova a Poffabro ed è una mostra permanente che si trova all’interno di una latteria del 1932. Si chiama “L’arte casearia e l’alpeggio nel territorio del Parco”.
Al piano terra c’era la storia della latteria e al primo piano i vecchi attrezzi per la trasformazione del formaggio.

C’è inoltre una parte sugli ambienti e gli animali del Parco delle Dolomiti Friulane dove ho potuto vedere il fossile di un delfinoide.
In realtà a questa mostra ci sono arrivato per caso. Ero andato a Poffabro per vedere i presepi, infatti qui ogni anno le case del posto fanno tanti presepi originali.
La città è molto piccola ma mi è piaciuta perché è antica e di montagna.


Fotoreporter: Nicolò P.

L’approfondimento

Il realtà in web non sono riuscita a trovare ancora granché, ci si legge “Il territorio del torrente Meduna compreso tra il Ponte Maraldi e il Ponte di Paludana è una località classica per lo studio del Miocene Friulano, Epoca del Cenozoico.*
Si tratta di un’area molto ricca di fossili, tra resti vegetali e fossili di animali marini: le “arenarie di Preplans” hanno restituito denti di squalo e due esemplari di due cetacei affini agli attuali delfini. La zona è così conosciuta agli studiosi come la collina dei delfini. “

* Il Cenozoico o Terziario è l’ultima delle tre ere geologiche. Ha avuto inizio 65,5 ± 0,3 milioni di anni fa, al termine del Mesozoico ed è tuttora in corso.

Che ci siano delle Rudiste così particolari da prendere il nome dal torrente Colvera e da monte Jouf mi ha lasciata davvero sorpresa (e non son nemmeno sorpresa di essere sorpresa, perché abitiamo in un posto davvero unico).

Ma il mare in montagna?

Cosa sono le Rudiste?

Dov’è?

Estratto da Montanevie

Sui Cetacei

Ringrazio davvero Nicolò per aver messo a disposizione le sue foto e la sua esperienza.

Anche tu hai visitato un posto incredibile e importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Allegati

5 commenti su “Un delfino a Poffabro

  • Ciao maestra, ho visto nella carta topografica dove si trova Preplàns. Ho chiesto alla mamma di andarci per cercare fossili.

    • Inviato speciale geologo Diego, a te il compito di fotografare, cercare, e portare in radio la tua giornata alla ricerca dei fossili a Preplàns. Portati dietro anche qualche fotoreporter e chiedi di far foto.
      E se potessimo metterci in contatto con un geologo, che cosa gli chiederesti?

      • So che sono stati trovati dei fossili di libellula, ma sono curioso di sapere se esistono anche i fossili delle farfalle, quanto grandi erano le farfalle della preistoria e se a Preplàns ne potrei trovare una.
        Vorrei conoscere che attrezzi usa per prendere i fossili e i minerali.
        Gli chiederei anche dove si trovano e come si formano i sassi, i lapislazzuli e i diamanti.

  • Ciao maestra,
    questa mattina sono andato ad Andreis lungo la Val Susaibes a cercare le prove che lì una volta c’era il mare.
    Non ho trovato nessun fossile…purtroppo….
    In compenso ho trovato il fondo del mare pietrificato! Si chiama ripple marks. Per toccarlo mi sono arrampicato un pochino.
    Ho trovato anche lo Specchio di Faglia!! E’ una roccia lucidissima e molto friabile, infatti ho trovato dei pezzetti di Specchio di Faglia tutti sgretolati. Lo specchio di faglia si trova dove si scontrano due placche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *