Siamo andati a trovare… Valmo!

Incuriositi da un paio di foto pubblicate sul nostro blog (vedi qui quali), Diego e Davide si sono caricati gli zaini in spalla e sono andati a vedere con i proprio occhi l’unica sepoltura mesolitica rinvenuta ad alta quota (2.150 m circa) in perfetto stato di conservazione.

Ciao maestra!

Una giornata ricca di emozioni e colori. 

Io, Diego e le nostre mamme partiamo alla ricerca del luogo di ritrovamento di Valmo.

Siamo eccitati ed il viaggio ci sembra lunghissimo anche e in realtà non è molto distante.

Arriviamo al passo Giau e da lì  ci incamminiamo.
[passo Giau (m.2.242) – coord. N.46°28’57.6″ E.12°03’11.9″]

Le montagne sono spettacolari e le mamme si fermano a fotografare e guardare tutti i fiori mentre noi siamo alla ricerca di pietre e sassi.

Seguiamo il percorso CAI 436 e troviamo delle lingue di neve.
Siamo a metà del percorso ma non vediamo l’ora di arrivare.
Arriviamo al laghetto che hai messo sulla foto del post e decidiamo di fermarci a mangiare un panino.

Che fame ragazzi 😋😋😋 abbiamo camminato talmente tanto che la fame si fa sentire 😄🥪🥪.
Le mamme sono in silenzio. Si stanno godendo lo spettacolo mentre noi sbirciamo ovunque e notiamo delle fessure sulle montagne che abbiamo di fronte.
Chissà forse si sparavano da lì o si riparavano quando faceva freddo o quando c’erano temporali.

Sai maestra, quassù fa freddo noi abbiamo i pile e i k-way. 🧤🧤 

Ripartiamo alla ricerca del grande masso e finalmente giunti notiamo che il sasso è veramente ENORME e ci sono dei numeri segnati che probabilmente indicano i vari reperti. 🤔

I cartelli gialli come nella foto del blog non ci sono più ma c’è una staccionata di legno.

Il panoramico luogo della sepoltura

È incredibile come potessero vivere un tempo in un ambiente a dir poco meraviglioso ma senza tutte le nostre comodità. 
Ed è proprio dietro questo sasso che abbiamo trovato delle ossa di cervo riportate in superficie dalle marmotte.

Ritornare in dietro è stato veramente faticoso ma dovevamo arrivare in tempo al Museo Cazzetta di Selva di Cadore. Dovevamo vedere a tutti i costi Valmo! 😎
Al Museo sono stati tutti gentilissimi e ci hanno dato le selci (sapevi che esistono rosse, marroni,  verdastre e nere??).
Ci hanno fatto vedere i vestiti ricavati dalle pelli degli animali, le loro frecce, le lance: uno spettacolo 😃.
La stanza dove era custodito Valmo era tutta buia con delle piccolissime lucette… emozione allo stato puro.
È una giornata che non dimenticherò! Grazie per avercelo detto. 😊

Davide e Diego
[La mamma mi ha aiutato un pochino…😊😊]

Per approfondire
Escursione passo Giau, Mondeval, Lastoi de Formin

Il percorso in dettaglio su Open Street Map

IMPORTANTE: il sentiero che porta alla sepoltura di Valmo è un sentiero escursionistico con segnavia CAI, non è un sentiero turistico. Non ci sono attrezzature che facilitino i passaggi. Sono necessarie calzature adeguate, abbigliamento adeguato anche in estate ed esperienza.

Io reporter

Anche tu hai visitato un posto incredibile o fatto un’esperienza importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola e a tutti? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

3 commenti su “Siamo andati a trovare… Valmo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *