Orientarsi

La rosa dei venti sulla vedetta Scipio Slataper di Trieste.
Sai che avvistavano da questa vedetta? I tonni.

Per disegnare una rosa dei venti, come spiegato qui ti servono: un tavolo, una sedia, una matita, un foglio, un compasso, un goniometro…

Se invece vuoi disegnare una rosa dei venti di due metri e mezzo di diametro devi fare come noi. 

  • Studiare insieme il progetto in classe scarabocchiando alla lavagna.
  • Dividersi in quattro squadre con un coordinatore per squadra.
  • Individuare due “portatori di pertica roveredana“.
  • Individuare due “selezionatori e distributori di gessetti”.
  • Controllare tutte le bussole.
  • Prendere le misure come gli antichi (cubito, spanna, piede).

Ad opera finita sentire se è proprio vero che la bora spira da NNE.

 

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 commenti su “Orientarsi

  • Ciao carissima Maestra Francesca,
    ti ho preparato io un Pixel Art !
    Spero ti piaccia!! 🙂 🙂
    Un bacio bacioloso, un abbraccio abbraccioso e tanti auguroni da Gigi D+

    Legenda:
    W = Bianco
    A = Azzurro
    B = Blu

    1.14W 1A 1B 14W
    2.14W 1A 1B 14W
    3.14W 1A 1B 14W
    4.13W 2A 2B 13W
    5.4W 2B 7W 2A 2B 7W 2A 4W
    6.4W 1A 3B 5W 2A 2B 5W 3A 1B 4W
    7.4W 2A 4B 2W 3A 3B 2W 4A 2B 4W
    8.5W 2A 5B 3A 3B 5A 2B 5W
    9.6W 2A 4B 3A 3B 4A 2B 6W
    10.6W 3A 2B 4A 4B 2A 3B 6W
    11.7W 3A 2B 4A 4B 1A 3B 7W
    12.7W 2A 2B 4A 4B 2A 2B 7W
    13.6W 6B 3A 3B 6A 6W
    14.3W 10B 2A 2B 10A 3W
    15.14B 1A 1B 14A
    16.14A 1B 1A 14B
    17.3W 10A 2B 2A 10B 3W
    18.6W 6A 3B 3A 6B 6W
    19.7W 2B 2A 4B 4A 2B 2A 7W
    20.7W 3B 1A 4B 4A 1B 3A 7W
    21.6W 3B 2A 4B 4A 2B 3A 6W
    22.6W 2B 4A 3B 3A 4B 2A 6W
    23.5W 2B 5A 3B 3A 5B 2A 5W
    24.4W 2B 4A 2W 3B 3A 2W 4B 2A 4W
    25.4W 1B 3A 5W 2B 2A 5W 3B 1A 4W
    26.4W 2A 7W 2B 2A 7W 2B 4W
    27.13W 2B 2A 13W
    28.14W 1B 1A 14W
    29.14W 1B 1A 14W
    30.14W 1B 1A 14W
    31.30W
    32.1W 5A 1W 1A 3W 1A 2W 3A 5W 2B 1W 2B 3W
    33.3W 1A 3W 1A 3W 1A 2W 1A 2W 1A 3W 7B 2W
    34.3W 1A 4W 1A 1W 1A 3W 3A 5W 5B 3W
    35.3W 1A 4W 1A 1W 1A 3W 1A 2W 1A 5W 3B 4W
    36.3W 1A 5W 1A 4W 3A 7W 1B 5W

  • Ciao carissima Maestra Francesca,
    sto leggendo un libro intitolato Il GGG e andando avanti con le pagine a leggere ho scoperto anche qui il termine “pertica” che in questo libro è un piglia-sogni!
    Ecco la frase in cui è stato messo:
    “Si alzò e andò verso un angolo della caverna dove una grande PERTICA stava appoggiata contro la parete.”

    Un bacio bacioloso e un abbraccio abbraccioso e tanti auguri a te e alla tua famiglia da Gigi D+ 🙂 🙂 🙂

    • Ah! Invece nel mio caso “pertica” è un’unità di misura di lunghezza. Io mi riferivo, per scherzo a quella usata dagli antichi Romani e che tutt’ora è una delle misurazioni non standardizzate usate in alcune zone d’Italia (e che possono variare molto di lunghezza). Invece, il termine e la misura rod (pertica) è usato ancora oggi nel sistema di unità di misura topografico degli Stati Uniti d’America.

  • ciao maestra Francesca oggi ho fatto la rosa dei venti e stato bellissimo un abbraccio e buona mattina.
    te la porto a vedere alla ripresa della scuola

    Giorgia Guglielmi

    • Grazie Giorgia! Chissà se la nostra ha resistito alle intemperie. Fosse così sarebbe davvero sorprendente.