Ma Peter Pan è morto?

Ciao Amici,
tutti noi conosciamo la favola di Peter Pan, un bambino che non voleva crescere, non voleva diventare grande, ma restare piccolo e giocare sempre nella sua bellissima “Isola che non c’è”.
Io da piccolo guardavo il cartone animato e poi ho anche visto il film, peccato però che non dicono la verità, è solo una favola perché Peter Pan non è rimasto bambino ma è cresciuto e diventato grande, solo che è vissuto in un brutto periodo della nostra storia: la Prima Guerra Mondiale.

E voi vi direte e cosa c’entra Peter Pan con la Prima Guerra mondiale?

C’entra invece e adesso ve lo spiego.
Con la mia famiglia sono stato a visitare un Sacrario Militare molto grande che si trova a Cima Monte Grappa, fa parte delle Alpi orientali a 1775 metri di altezza.
Fu costruito nel 1935, su progetto dell’architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni

Il monumento è costituito da cinque gironi e accolgono 12.615 caduti di cui 10.332 sono senza nome, mentre solo 2.283 sono stati identificati e disposti in ordine alfabetico e custoditi in loculi.

 

È un Sacrario tutto bianco con tantissimi scalini (sapete che adoro i gradini) e porta in un posto Sacro.
I Caduti sono militari Italiani, Ungheresi e Austriaci, tutti soldati che hanno combattuto durante la prima guerra mondiale e con loro è anche seppellito il Maresciallo Giardino Gaetano, che prima di morire aveva chiesto di essere sepolto insieme ai suoi ragazzi: i soldati della 4° armata.

Per non lasciarli soli, anche nella morte voleva stare con i suoi soldati.

I Caduti sono tutti i soldati morti durante la Prima Guerra Mondiale che è scoppiata nel 1914 ed ha coinvolto vari Stati. I combattimenti, e le battaglie, si sono tenuti proprio sulle nostre Alpi Orientali. Gli Italiani respingevano gli austriaci ed avevano formato una linea lungo il Piave.
Il nemico non doveva passare.
La Guerra durò quattro anni lunghissimi; morirono tantissimi soldati e portò la fame e la povertà.
Finì nel 1918 e fu cruenta.

Sotto una foto delle bombe utilizzate.

 

Nel Sacrario non ci sono nemici: sono tutti insieme in un unico cimitero, uniti nella morte.

È andando verso la parte austro-ungarica che si può trovare una tomba, l’unica che ha un fiorellino rosa: è  la tomba di Peter Pan.

 

 

Trovare Peter Pan fa rimanere i visitatori sorpresi e chiunque si soffermi lì, si inginocchia, e prega.
Anche io ho detto una preghierina e mi sono commosso.
Peter Pan è diventato grande, ed è stato costretto ad arruolarsi nell’esercito per combattere una guerra contro altri soldati, giovani come lui ognuno per difendere le proprie idee. Noi, italiani, dovevamo difendere i confini, loro volevano invaderci.
Alla fine della Via Eroica, si chiama così, c’è un monumento dove, entrando, conduce su un terrazzo.

La Via Eroica

Dal terrazzo si può vedere il panorama e i punti storici segnati in una planimetria in bronzo.

Le stelline rappresentano la prima linea italiana , i cerchi la prima linea austriaca

Consiglio a tutti di andare a Cima Monte Grappa, con rispetto e silenzio a rendere omaggio a tutti coloro che hanno dato la vita per salvare la nostra Patria.
E quando arrivate là, non dimenticate di fare un saluto al Soldato Peter Pan.

Leggi gli altri articoli di questo reporter

Io reporter

Anche tu hai visitato un posto incredibile o fatto un’esperienza importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola e a tutti? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto e allega le foto: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto (non più di quattro) non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter

Francesca Bomben

Sperimento linguaggi, narro di luoghi e imparo molto alla Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami