Il cane che non sapeva abbaiare

Racconto, quiz e finali da scegliere. Partecipa anche tu!
Hai tempo 13 giorni a partire da oggi per rispondere.

Come partecipare

Fase 1

Leggi con attenzione la storia che troverai qui (si aprirà una nuova finestra)
Il cane che non sapeva abbaiare

Fase 2 (questa parte dell’attività scadrà il giorno 7 luglio 2018)

Seguire queste istruzioni e impararle per la prossima volta. In due minuti ti spiegherò come fare: non è necessario login, registrazioni né altro: basta memorizzare un numero.

  1. Appena sarai pronto clicckerai sul pulsantone che troverai qui sotto che ti manderà a https://join.quizizz.com e ti si aprirà una schermata come quella che vedi qui sopra.
  2. All’interno di enter game code scriverai il numero del quiz che ho preparato per te e clikkerai PROCEED.
  3. Scrivi il tuo nome o un tuo pseudonimo e premi START.
  4. Ci sei! Comincia il quiz.

 

Il codice di accesso per questo quiz è

126196

(memorizzato? ora premi qui sotto)

 

Fase 3

Scrivi un commento e raccontami quale delle tre finali hai scelto e perché.

Fase 4

Questo post non ha nemmeno un’immagine! Disegnala tu e inviala al solito indirizzo.

 

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Allegati

22 commenti su “Il cane che non sapeva abbaiare

  • Ciao carissima Maestra Francesca,
    il finale 1 mi piace abbastanza perché il cane vuole imparare i versi di tutti gli animali e imparare è bello. Non mi piace l’idea del circo però se è lui che ci vuole andare in libertà allora va bene. Però non sono proprio convinta del tutto perché magari lui ha un’idea del circo che può non essere vera e magari potrebbe poi essere imprigionato.
    Il finale 2 non mi piace perché il contadino lo mette a catena e questo proprio non si fa.
    Il finale 3 mi piace perché incontra un amico che gli insegna finalmente il suo verso ma non mi piace che sia il cane di un cacciatore. Allora propongo un quarto finale: che incontri il cane del cacciatore che gli insegna ad abbaiare, ma che poi il nostro cagnolino insegni a lui a scappare. I due nuovi amici potrebbero vivere in libertà, andare in giro per il mondo e imparare i versi di tutti gli animali che incontrano.

    Un bacio bacioloso e un abbraccio abbraccioso da Gigi D+

  • Maestra Francesca, ho sbagliato alcune risposte uffa e uffa . Il finale che ho scelto è il primo. Mi piace pensare che un cane vuole comunicare con tutti gli aninali e non solo con altri cani, proprio come noi . É meglio parlare con tutto il mondo … altrimenti rimaniamo da soli in un paese così piccolo che sul mio mappamondo si vede veramente pochissimo. …come siamo piccoli. Vero? Ho scritto il commento sul mio quaderno delle vacanze. Il disegno non lo faccio…ho provato ma il cane del mio foglio non è un cane è una cosa brutta. Scusa 😢

  • Ciao maestra Francesca, mi è piaciuto il Finale n. 3 perché è importante quanto ha detto alla fine e cioè : commosso e felice ha trovato il maestro giusto.

    Per il quiz mi sono trovato un soprannome 😁😀

    • Ti è piaciuto il quiz?
      Spero di poter usare questo strumento anche in classe il prossimo anno (devo imparare bene farli: questa estate mi alleno).

  • Ciao maestra, certo che mi è piaciuto 😀😀 e anche molto 😉😏😎… ne fai ancora per l’estate? 🙃🤓

  • Ciao maestra Francesca ho fatto il quiz.Il finale che mi è piaciuto di più e il terzo finale perché incontra un 🐕 che gli insegna ad abbaiare.Ciao!

  • Ciao Maestra! La storia mi è piaciuta molto. Ho preferito il secondo finale perché al contadino non interessava se il cane sapeva abbaiare oppure no, ma usava altre qualità per fare la guardia al pollaio; e il cane era appagato con la zuppa!

  • Ciao maestra Francesca , a me è piaciuto il terzo finale perché finalmente lui ha imparato qual è il suo vero verso. Che belle le foto dei cani sul quiz 😍. Ciao ciao da Gaia

  • Anche Gianni Rodari si è lasciato affascinare dall’idea di un cane che non sapeva abbaiare.
    E ne ha scritto una filastrocca.

    IL MAESTRO GIUSTO
    C’era una volta un cane
    che non sapeva abbaiare.
    andò da un lupo a farselo spiegare,
    ma il lupo gli rispose con un tale ululato
    che lo fece scappare spaventato.
    Andò da un gatto, andò da un cavallo,
    e – mi vergogno a dirlo –
    perfino da un pappagallo.
    Imparò dalle rane a gracidare,
    dal bove a muggire,
    dall’asino a ragliare,
    dal topo a squittire,
    dalla pecora a fare «bè bè»,
    dalle galline a fare »coccodè».
    Imparò tante cose,
    però non era affatto soddisfatto
    e sempre si domandava
    (magari con un «qua qua»…):
    – Che cos’è che non va?
    Qualcuno gli risponda, se lo sa.
    Forse era matto?
    O forse non sapeva scegliere
    il maestro adatto?

    • Perché era una compito a tempo. Il codice di accesso è scaduto il 7 luglio. Non lo avevo specificato bene anche all’interno del post (adesso rimedio).

      Approfitto per dire che hanno partecipato al quiz 8 ragazzi.
      Molto bene chi ha tentato il quiz per due volte perché uno/una di loro è riuscito a fare il punteggio pieno.
      Approfitto della tua domanda per dare la classifica definitiva. Il punteggio viene calcolato tenendo in considerazione sia il tempo di esecuzione che la correttezza delle risposte.

      Primo classificato- punteggio 8870
      Secondo classificato – punteggio 7110
      Terzo classificato – punteggio 7000
      Quarto classificato – punteggio 6420
      Quinto Classificato – punteggio 5070
      Sesto classificato – punteggio 4310
      Settimo classificato – punteggio 109
      Ottavo classificato – punteggio 910

  • Cara maestra, purtoppo non sono riuscita a fare il quiz perchè mi sono collegata troppo tardi. Comunque il finale che mi è piaciuto di più è il terzo perchè il cane ha finalmente trovato il maestro giusto per lui che ha saputo far uscire le que qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *