Grande Galerie de l’Évolution – Parigi

Cara Maestra Francesca,
quest’estate sono andata in vacanza a Parigi.

La mia meta principale era il Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi, tanto che è stata la prima cosa che abbiamo raggiunto il primo giorno di vacanza!


Il Museo Nazionale di Storia Naturale si trova nel V arrondisement di Parigi ed è costituito da diversi edifici sparsi attorno al Jardin des Plantes.

La Grande Galerie de l’èvolution ne fa parte.


Appena entri ti accoglie il grandissimo scheletro di una balenottera azzurra. Impressionante!

La Balenottera Azzurra dell’ingresso

Nei primi due livelli si trovano animali imbalsamati che popolano la terra e il mare.

Mi ha colpito molto la rappresentazione della savana: proprio in centro alla stanza, una lunga fila di animali toglie il fiato ai visitatori.

Tassidermie

Tra questi : grandi elefanti, rinoceronti, ghepardi, leopardi, leoni, iene, ippopotami, scimmie, coccodrilli e zebre. Quando passavi camminando accanto ad alcuni di questi animali imbalsamati un altoparlante riproduceva il loro verso.

Tassidermia

Una cosa particolare di questo museo è la stimolazione sonora e visiva che ti fa sembrare di essere proprio nella savana.

All’interno, essendo a pianta aperta, in qualsiasi livello tu ti trovassi venivano trasmessi i rumori della savana, da quelli dei versi degli animali a quelli delle intemperie!
Infatti, ad un certo punto, tutto si è fatto silenzioso, le luci si sono abbassate e le grandi vetrate del soffitto si sono fatte grige, abbiamo sentito i tuoni avvicinarsi e la pioggia scrosciare.
Finita la pioggia, gli animali hanno ricominciato a farsi sentire e la volta di vetro si è illuminata con i colori dell’arcobaleno…

fan – ta sti co !

 

Negli ultimi due livelli veniva illustrata l’evoluzione della vita con i suoi meccanismi, le modifiche che l’uomo ha fatto sugli ambienti e come hanno influito sugli esseri viventi. Infatti tutte le attività dell’uomo (caccia, pesca, raccolta, addomesticazione, trasferimenti, ecc.) e le trasformazioni del paesaggio ha modificato il mondo degli esseri viventi e la loro evoluzione. Qui si trova anche la “Sala delle specie minacciate e delle specie estinte”. In questa sala ci sono degli animali rari e gli animali ormai estinti.

Questi possono essere uccelli e mammiferi. Appena siamo entrati abbiamo visto una leonessa e un leone bianchi purtroppo estinti.

Il leone bianco: estinto

C’erano molti giochi interattivi, video e schede esplicative. Peccato che era tutto scritto in francese o in inglese! Ci sarebbe ancora molto da scrivere, ma se vi dico tutto, poi non c’è più gusto ad andarci! Se passate un week end a Parigi, passate un paio d’ore qui… ne vale la pena!

Il reporter

Anastasia

Io reporter

Anche tu hai visitato un posto incredibile o fatto un’esperienza importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola e a tutti? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter

Francesca Bomben

Sperimento linguaggi, narro di luoghi e imparo molto alla Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Si prega di compilare per commentare
avatar
  Possibili sottoscrizioni via mail  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Anastasia
Ospite
Anastasia

È così bello leggere il proprio report.
Spero che abbia ispirato qualcuno ad andare a Parigi.
Buone vacanze

Rosita Catalano
Amministratore

Ciao Anastasia, sicuramente il tuo report ha ispirato anche me: quando andrò a Parigi sicuramente visiterò questo interessante Museo 😙