È mancino

Lo scrivere con la mano destra non significa che la nostra parte dominante sia la destra.

Si ritiene che la proporzione tra mancini e destrimani nel mondo sia di 1 a 10, ma anche che i mancini siano decisamente più numerosi di quello che si crede: l’educazione che fino a pochi anni fa “correggeva” il mancinismo nei bambini, gli oggetti di uso comune disegnati per destrimani e altri motivi spingono spesso un mancino a preferire l’uso della mano destra.

Mancini occulti e falsi destrimani che si credono tali solo perché scrivono con la destra si nascondono in molti di noi adulti.

Facciamo la prova?

Il test dell’applauso è il test più accreditato e rapido per scoprirlo, subito.

Applaudite. Qual è la mano che batte sull’altra?

Se batte la destra sulla sinistra sei destrimane, se batti la sinistra sulla destra sei mancino. [1]

Sono sicura che più di qualcuno si è scoperto mancino… ora!

applauso

Ma se il mancino è vostro figlio?

Incalarsi nelle difficoltà che incontra un mancino quotidinamente, in un mondo dove tutto è pensato per i destrimani, è complicato. Si insegna loro a vestirsi offrendo sempre per prima la manica destra, le nostre mani allacciano le scarpe trattenendo i lacci con la sinistra e facendo l’asola con la destra, le zip dei pantaloni sono a sinistra. Impugniamo le posate esattamente al contrario di come la fisiologia del mancino lo porterebbe a sperimentare, i barattoli si aprono in senso antiorario, tutte la maniglie sono a destra e tutti gli strumenti sono pensati per i destrimani.

Imparare è più complicato perché più difficile. E quando si arriva sui banchi di scuola la faccenda si complica ulteriormente.

Qualche accorgimento, per intanto:

  • assicurarsi non abbia impedimenti di movimento del braccio sinistro e la luce sia il più possibile alla su destra;
  • controllare che mantenga una posizione che permetta di vedere oltre la propria mano (per segnalare ai bambini il punto esatto dell’impugnatura, si possono usare adesivi colorati posizionati a circa due dita dalla punta o un elastico che impedisca di avvicinarsi troppo alla punta, splendide le penne a collo di cigno, sono della Swanneck e non le ho ancora mai viste in Italia)
  • uso di materiale scolastico pensato per i mancini.

Da cosa dipende il mancinismo?

Questo video, sottotitolato, vi fornirà le risposte.

Come impugna la matita?

Negli anni passati con i bambini ho visto quasi tutti i mancini approcciarsi alla scuola primaria con impugnature a morso.

Questa impugnatura spontanea è strategica per poter vedere quello che si sta scrivendo (all’ingresso della scuola primaria non vi è ancora automazione delle prassie: è ancora necessario il feedback visivo).
Il è pollice interno, serrato dentro il palmo dall’indice (a volte anche dal medio) e la penna viene  spinta contro la parte alta della prima falange dell’indice.

errore

… E negli anni passati con i bambini ho visto quasi tutti i mancini sviluppare l’avversione per gli impugnafacile: i gommini che dovrebbe facilitare la corretta prensione della matita (ergonomiche, oppure grippanti, o ad artiglio…).

impugnafacile

Immagine via Maestra Silvia

Comunque sia, l’impugnatura preferibile, sia per mancini che destrimani, è quella detta “a pinza”, in cui la mano è in semi-pronazione, la presa della matita è tra pollice ed indice, mentre la prima falange del dito medio funge da appoggio per garantire un assetto regolare.
Anulare e mignolo, raccolti ad assicurare il contatto della mano con il foglio.

L’impugnatura, comunque,  dovrà permettere all’avambraccio di appoggiarsi sul piano e alla mano di riposare sul mignolo. Polso quasi piatto e gomiti vicino al corpo.

Solo questa posizione permette il libero movimento del polso che potrà quindi estendersi in modo da permettere al pollice di posizionarsi correttamente all’opposto delle altre dita.

La mano quindi prenderà una forma rotondeggiante aperta che permette alle dita di muoversi liberamente e di afferrare la matita o la penna che, per i mancini, dovrà essere tenuta a circa tre centimetri in più di altezza rispetto a chi scrive con la destra per permettere la visione di quanto si sta scrivendo.

Ausili per aiutare a impugnare correttamente

elastico consiglio di mettere un elastico che impedisca di posizionare le dita troppo vicine alla punta della matita.

 

Se le ultime due dita della mano tendono a non rimanere chiuse ci possono essere dei piccoli accorgimenti da mettere in atto:  far tenere in mano una piccola pallina gomma (trovo adatte, lavabili e piacevoli quelle per i gattini) oppure un oggettino legato con un elastico alla matita (un’idea da copiare fra proposte di Therapy Fun Zone e di Anything Left Handed).

elastico-per-capelli-450x300Se la matita viene tenuta sollevata e non appoggiata alla mano, si può realizzare un’impugnatura per polso con facilità: una perla colorata e un buon elastico per capelli. (Un buon video, purtroppo solo in inglese, per capire meglio come utilizzarlo).

Ma il miglior ausilio è l’esempio, la pazienza, l’esercizio e il controllo costante finché l’automatismo non si consoliderà correttamente.

 


La posizione del foglio

La posizione migliore per il foglio è alla sinistra di chi scrive, con l’angolo sinistro inclinato verso l’alto: questa posizione aiuta a vedere meglio il foglio.
Le prime lettere da copiare non potranno essere proposte in caselle sulla sinistra (come succede spesso, venendo così coperte dalla mano) ma vanno posizionate in alto.

La mano andrà tenuta sotto il rigo di scrittura, per evitare che tenda a posizionarsi ad uncino (Vedi articolo “Impugnatura e posizione delle lettere”). Se le mani dovessero essere molto piccole e il polso rigido, anche le matite maggiorate potrebbero diventare d’intralcio.destra-sinistra

 

Normalmente chi usa la mano sinistra compone le lettere allo stesso modo di chi usa la mano destra (purtroppo la scrittura è destrimane); le eccezioni da tenere in considerazione sono nei tratti orizzontali (esempio di come si scrive una lettera da destra a sinistra) e in quelli verticali/oblique (dall’alto verso il basso da destra a sinistra). Antiorarietà degli ovali va sostenuta anche per i mancini.

Altre cose van da sé: niente quaderni a spirale, nemmeno ad anelli, le penne a sfera devono essere di ottima qualità e asciugare subito.

Assolutamente consigliabili le forbici per mancini. (Avete mai provato a tagliare con la sinistra con una forbice classica e tentare di fare tagli precisi?)

forbici-per-mancini-540x430

Ma non è solo la dominanza della mano che incide sulla qualità del tratto grafico, lo è anche la dominanza oculare, che come quella della mano, va approfondita con certezza all’ingresso della scuola primaria perché spesso concausa di disturbi dell’apprendimento.

Infatti, un occhio sinistro dominante su un destrimane comporta per il bambino che si avvicina all’impegno della letto-scrittura problematiche aggiuntive perché, pur dovendo iniziare a leggere un testo da sinistra a destra, il suo occhio punterà in maniera naturale e spontanea alla destra del foglio, costringendo il bambino ad un ulteriore sforzo per ricondurre la mira a sinistra.

Per approfondire

Per trovare tutto, ma proprio tutto

  • vostro figlio è mancino e voi andate spesso a Londra? A Londra, a due strade da Piccadilly Circus troverete lo storico Left-Handed Shop.
  • un sito pieno di schede per imparare a scrivere correttamente le lettere sia per mancini che per destrimani. Le si può persino comporre: una vera miniera per insegnanti e genitori.

[1] Se una persona batte le mani in modo simmetrico e verticale ripetere il test appoggiando le due mani sulle gambe o su di un piano spiegando di tenere una mano ferma e muovendo l’altra.

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *