Dialoghi di pace 2019 ancora alla Fermi di Roveredo

Il XXVIII Festival internazionale di Musica Sacra – Sacralità del profano, si articola da agosto a dicembre 2019 con l’obiettivo di utilizzare linguaggi universali, come la musica e l’arte nelle sue varie sfumature, che nel tempo ancora oggi connotano e costituiscono radici e riferimenti, sempre in continua evoluzione. Si tratta di un “festival multidisciplinare, composto da: concerti, mostre, conferenze, laboratori e visite guidate a Pordenone e su tutto il territorio regionale” promosso da Presenza e Cultura. La rassegna, che vanta numerose partnership e la compartecipazione della  Regione Friuli Venezia Giulia, per il terzo anno consecutivo ha scelto la Scuola Primaria Enrico Fermi di Roveredo in Piano per i suoi laboratori di illustrazione.

I Laboratori di animazione e illustrazione

Il festival promuove cinque laboratori di animazione e illustrazione per bimbi delle scuole dell’infanzia del territorio provinciale, con le illustratrici Glenda Sburelin (nostra ospite nell’edizione 2017), Alessandra Cimatoribus, Paola Franceschini, Marta Lorenzon e Federica Pagnucco (nostra ospite nell’edizione 2018), artiste e autrici di libri per l’infanzia. I laboratori si terranno a ottobre e vedranno le artiste potare la loro esperienza a contatto con il mondo dei bambini fatto di curiosità, attenzione e sperimentazione.

 

Il giorno 11 ottobre 2019

presso i locali della scuola primaria

“Enrico Fermi” di Roveredo in Piano

sarà inaugurata in presenza dell’illustratrice e della rappresentante dei responsabili artistici Silvia Pignat, l’esposizione di alcune tavole tratte da opere realizzate da Marta Lorenzon raffiguranti rielaborazioni pittoriche di alcuni particolari di statue romane, presenti al Museo Nazionale Archeologico di Concordia Sagittaria.
Per Marta “la pittura è un’impressione della realtà, costituita da ricordi visivi che, come frammenti della memoria, sono ricomposti sulla tela attraverso macchie di colore e pennellate. I soggetti, a volte di figura umana, a volte paesaggistici, sono fotogrammi di momenti vissuti; a tratti appaiono a fuoco in altri sono indefiniti”.

Nel corso del periodo di permanenza della mostra sarà la stessa artista ad attivare i quattro laboratori di sperimentazione artistica ai quali parteciperanno quattro classi permettendo agli alunni di mettersi alla prova nel disegno della figura umana.
Gli elaborati degli alunni  saranno poi esposti nel contesto della “collettiva”.

Marta Lorenzon, a Siracusa, mentre lavora ad una sua opera.

Link di approfondimento

Coordinamento Presenza e Cultura: Maria Francesca Vassallo
Responsabili artistici per la sezione illustrazione: Silvia Pignat
Responsabile del coordinamento laboratoriale presso la Scuola Enrico Fermi: Erika Angelin
Fonti fotografiche: web

Erika Angelin per
www.6inradio.net

Si prega di compilare per commentare
avatar
  Possibili sottoscrizioni via mail  
Notificami