Che zucconi!

Sorpresa nell’orto della scuola primaria di Roveredo in Piano: è sparita la nostra zucca.

Che zucconi!

Con le classi seconde B e C siamo andate a fare un sopralluogo per verificare la crescita dei crochi piantati lo scorso mese con la paziente cura di chi i bambini hanno imparato a conoscere come “nonno Gianni“.

Che bello vedere le aiuole ordinate e i primi fiori gialli!

Siamo andate anche a verificare la crescita dell’unica zucca rimasta di quelle seminate la scorsa primavera dal paziente “nonno“. Era il piccolo tesoro che i bambini aspettavano per l’utunno.

Ma… che amarezza nel vedere che la zucca era sparita!

Attenti!
Non se n’è andata da sola, non le sono cresciute le zampe o, meglio, le gambe. È evidente che qualche “zuccone” ha deciso di fare una piccola incursione nell’orto della scuola.
E i bambini a dire: “Non potevano comprarla al supermercato?“.
Solo una bravata?
Non crediamo, considerato che a suo tempo han messo le gambe anche le fragole e anche tutte le precedenti zucche.

Vogliamo solo pensare che frutta e verdura siano andate a chi le ha poi consumate perché non aveva altro da mettere in tavola.
Se così non è…beh. Diciamo che la buona educazione (leggi rispetto per le cose d’altri, in questo caso dei bambini) di questi tempi non è proprio di moda.
Zucconi.

Nella foto di copertina: cosa è rimasto della zucca che abbiamo seguito e curato con l’aiuto del nonno.

crochi2

I primi crochi

Daniela Magro

Insegnante per l'asse scientifico matematico tecnologico e antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts - Website

1 pensiero su “Che zucconi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *