A ferragosto, dietro casa: una scoperta inaspettata!

Bzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz……Bzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz:

Vola Vola Vola  l’ape Maia!
Gialla e nera nera e gialla, tanto gaia…

 

Le scoperte le puoi trovare dietro l’angolo di casa!

Oggi vorrei raccontarvi della mia esperienza: alla scoperta dell’ape Regina e del suo alveare.

L’azienda agricola, ad 1 Km da casa mia, ha delle casette per api: le arnie.

Incuriosito ho chiesto al Signor Ivan se era possibile vederle da vicino, così indossando una tuta bianca per apicoltori, ci avviciniamo.

Distintivo del reporter ben in vista!

Vicino alle arnie

La folta vegetazione è voluta, spiega Ivan, così le api hanno i vari fiori a loro completa disposizione.

Un’arnia è composta da 10 12 telai dove le api, con la loro vera, costruiscono il favo.

Il favo è composto da innumerevoli fori esagonali fatti con una precisione impressionante.

La perfezione del favo

Le cellette esagonali sono inclinate altrimenti il miele e le uova cadrebbero.

Fermatevi a guardare questa foto con attenzione vedrete che in profondità si scorge l’inclinazione che riferiva Ivan: sbalorditivo!!

L’ Ape Regina non vive da sola ma con le api cortigiane che la nutrono con pappa reale mentre quest’ultime mangiano polline, miele.
L’Ape  Regina depone 2000 uova al giorno ed è curioso sapere che dopo alcuni giorni nasce larva che viene nutrita a pappa reale per 10 giorni e successivamente con nettare e  polline, poi le api la chiudono all’interno della celletta con una cera simile ad un sottilissimo telino, quasi come fosse una pellicola di tessuto velina.

La chiusura con pellicola tipo velina

 

Ivan mi ha raccontato che le Api Regine vengono segnate, sopra l’addome, con un puntino di colore bianco, giallo, rosso, blu e verde colori che corrispondono all’anno di nascita. Un’altra cosa curiosa è il loro pungiglione che per la Regina si chiama spadino reale.
La cella della Regina viene costruita più grande, molto più grande in modo da poterla contenere comodamente. Insomma una “maestà” a tutti gli effetti.

L’ape impiega 21 giorni per nascere e per uscire dalla celletta “rosicchia” la cera. Una volta sbucata fuori si mette subito al lavoro pulendo la celletta dai residui e prepararla per l’Ape Regina che dovrà deporre altre uova. Poi si dedica al controllo e vigila e combatte contro insetti invasori.
Le api operaie prelevano il polline con il loro corpo, strofinandosi  nei fiori per poi depositarlo nelle cellette.

Favo con miele… pesantissimo!

Il fuco è l’ape maschio che per nascere impiega 24 giorni, è più grosso come le cellette che lo ospitano, pensate arriva a misurare 5-6 cm.

Ivan mi ha raccontato che il ruolo dell’Ape Regina è fondamentale perché agisce sul carattere di tutte le api dell’arnia. Se il carattere è docile anche le api lo sono. In effetti, quando abbiamo aperto l’arnia e tolto i telai le api non erano per nulla aggressive.

Propoli

Sapevate che alle api non piace il colore nero ma adorano il bianco ecco perché gli apicoltori usano tute bianche inoltre le arnie vengono dipinte con diversi 

colori in modo che le api possano riconoscerle. Riuscite ad immaginare quante api ci possono essere in un’arnia?

Ci vivono circa 60.000 api e sono in grado di regolare la temperatura all’interno dell’arnia attraverso il movimento delle loro ali.

 


Io reporter

Anche tu hai visitato un posto incredibile o fatto un’esperienza importante e vuoi mandare il tuo report a 6INradio per farlo conoscere ai tuoi compagni di scuola e a tutti? Sì?

Allora scrivi alla redazione mandando il tuo scritto in taglio giornalistico e informativo: lo leggeremo e se ci piacerà lo pubblicheremo.

Ricorda: le foto (non più di quattro) non devono rappresentarti e devono essere state scattate da te.
Attenzione: alcuni musei e mostre vietano l’uso delle immagini. 
Se prendi fonti di documentazione da internet devi scrivere da quale sito hai preso ispirazione.
Segui tutti i report dei giornalisti di 6INradio seguendo il tag io reporter.

Francesca Bomben

Insegnante per l'asse dei linguaggi e per l'asse antropologico presso la Scuola Primaria di Roveredo in Piano, Pordenone.

More Posts

Si prega di compilare per commentare
avatar
  Possibili sottoscrizioni via mail  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Gabriele
Ospite
Gabriele

Molto interessante Davide. Vendono il miele? Comprare il miele a cm zero vale 10.
GABRIELE

ellen gattel
Ospite
ellen gattel

Non sapevo che ci fossero così tante api in un arnia. Ma se muore la regina, in un certo senso muoiono tutte le api ?.